Layla e Majnun by Neẓāmi-ye Ganjavī

By Neẓāmi-ye Ganjavī

«Giunse l’amore e colmò loro il calice di vino. Quand’ebbero colto l. a. rosa profumata dell’amore, vollero assaporare il suo profumo ogni giorno: l’uno rapito dalla bellezza dell’altro, il cuore stordito e pur senza perdere i sensi, perdutamente innamorati in uno struggimento che mai si estingueva». I due amanti che così si incontrano sono Leyla e Majnun: hanno dieci anni, vanno insieme a scuola. Leyla è «una luna, una bambola, un tenero svettante cipresso»; Majnun ha «labbra di rubino che spargevano perle». Insieme, formano l. a. coppia archetipica dell’amore estremo, della passione sino alla follia, che traversa gloriosamente l. a. storia dell’Oriente islamico nell’immaginazione di tutti, dotti e incolti, un po’ come da noi los angeles storia di Romeo e Giulietta. Come nel loro caso, l’amore di Leyla e Majnun è avversato dal mondo, che lo vuole distruggere con ogni mezzo. Ma non ci riuscirà, perché «amore è quello che non ha fine». Così l. a. separazione e l’assenza si trasformano in possenti catapulte della passione. Majnun, il «Folle d’amore», vaga giorno e notte cantando versi, le backbone del deserto lacerano i lembi di lino e seta delle sue vesti, ma l’occhio della sua mente è fisso sempre sullo stesso fuoco. Il suo delirio amoroso lo spinge a un moto perenne, «come un’azzurra veste di lutto che galleggia nelle acque di un fiume profondo». l. a. società degli uomini gli è invisa, mentre le fiere gli si accovacciano intorno. A specchio del suo vagare, Leyla rimane al centro del giardino, insieme prigioniera ed esule, «colma di grazia e di fascino». Ma «nell’intimo il cuore le sanguinava», il pensiero è fisso sull’amato inavvicinabile, mentre l. a. circondano tanti «miseri cuori che a migliaia erano precipitati nel pozzo della fossetta del suo mento». Né los angeles guerra né un matrimonio forzato valgono a soffocare l’ardore dei due amanti, pur costretti a essere «appagati di fantasmi e fantasmi essi stessi». I numerosi episodi che scandiscono l. a. loro vicenda servono a Nezami in step with tessere un sontuoso manto di immagini, dove «simbolismo sufi, e anche gnome e pura fiaba rimangono fra loro in continuità, senza che possa dirsi che un aspetto prevalga nitidamente sull’altro». Chi legge questo libro non può che rimanere abbagliato innanzitutto dalle immagini, according to l. a. profusione e l. a. sottigliezza delle determine, in step with lo smalto dei dettagli, in step with l. a. febbre lirica che li anima. Sono queste immagini a formare il «velo» dell’opera, come l’amore di Majnun, nel suo eccesso rigoglioso, serve a proteggere quel «frammento di paradiso» che è Leyla. E lo scrittore Nezami potrebbe pronunciare le stesse parole dell’amante: «È meglio che l’essenza rimanga celata e che solo l’involucro appaia, meglio che dell’amata io sia il velo, che della perla io sia l. a. conchiglia!».
Leyla e Majnun fu composto nel 1188 ed è uno dei Cinque Tesori di Nezami (1141-1204), romanzi in versi di varia lunghezza che costituiscono il centro della sua opera e una delle più alte manifestazioni della letteratura persiana. Innumerevoli altre versioni della storia di Leyla e Majnun, los angeles più popolare storia d’amore di tutto l’Oriente musulmano, si sono susseguite nei secoli, in arabo, turco, persiano, urdu, ecc. Nessuna raggiunge il fulgore della versione di Nezami, considerato da molti «il più grande narratore, e forse, non è esagerato dirlo, il più grande poeta» (A. Bausani) della letteratura persiana. los angeles presente edizione, a cura di Giovanna Calasso, che insegna Storia della civiltà arabo-islamica all’Università di Roma, è in certo modo los angeles prima traduzione di Leyla e Majnun in Occidente, dove questo testo period finora conosciuto attraverso edizioni come quella di Gelpke, che sono piuttosto delle parafrasi.

Show description

Read or Download Layla e Majnun PDF

Similar middle eastern books

The Muslim Revolt: A Journey Through Political Islam (Columbia Hurst)

"We pay a excessive rate after we fail to appreciate Islam," writes Roger Hardy during this well timed consultant. Designed for readers of all backgrounds, this booklet demystifies the phenomenon of Islamism and the forces that force it, situating the move inside a clarifying heritage that perspectives Islamism, for the final 200 years, because the manufactured from a battle opposed to Western domination and on account of the disappointments of modernization.

Okakura Tenshin and Pan-Asianism: Shadows of the Past

This quantity explores 4 key subject matters emanating from Okakura Tenshin's philosophy and legacy: Okakura Tenshin and the precise of Pan-Asianism; other kinds of Pan-Asianism (especially Islam and China); artwork and Asia; and, methods of defining Asia (up to the current day). Okakura Tenshin (1862-1913), artwork historian and ideologue pushed through a proposal of Asia sure by means of tradition, is an important determine in Japan's smooth highbrow historical past.

Extra info for Layla e Majnun

Example text

Per di­ fesa dagli sguardi malvagi, lo sai, che tracciano segni c o lor indaco sulle guance dei neonati ; è per schermarsi sole si tinge il volto d'azzurro, il suo eclissarsi è che il difesa dalla ferita dell' occhio malvagio ! Poiché il mon­ do in ogni mo d o tenta di sottrarti il tesoro che non sia p rotetto da un velo ! 54 " Majnun vede Ley la Un giorno, era l'alba, l'etere avvolto di seta si ador­ nò dell'aureo orecchino del sole e per il fuoco di quel sole l a r ge nt o vivo delle stelle trapassò in vermiglio .

I nvoca dunque il soccorso divino con la preghie­ ra, e quando il Signore ti avrà concesso la sua guari­ gion e, allora vieni pure a parlarmi di matrimonio ! Ma finché tuo figlio non avrà ritrovato il senno , non vo­ glio più udire una sola parola di questa storia. Non è lecito scamb iare una merce buona con una cattiva, non è lecito incastonare in uno stesso monile una gem­ ma purissima e una pietra macchiata! Sai b ene quanto gli Arabi considerebbero ciò vergognoso; immagina 35 cosa si direbbe di me se accettassi un s imile pa t t o !

Null'altro che vano d olore . Ma sebbene m i sia preclusa l' unione con te, io non soffro finché vivo nella speranza. Ma qu a l e sp eranza? È s im i l e a quella di un bimbo assetato che vede in sogno una mano porgergli un calice d'oro colmo di fresca acqua, ma al risveglio tutto è scom­ parso e non gli resta che suggersi il « d i to . Eppure , nulla esiste che possa strapparmi dal cuo­ re il mio amore per te : è un segreto che nessuno può decifrare, u n segreto che è entrato a far parte di me con il latte materno e che solo mi ab ba ndone r à quan­ abbandonato » .

Download PDF sample

Rated 4.42 of 5 – based on 29 votes